home  •  mail  •  link  •  mappa  •  news  •  Italiano   English   Français   Español   German   

La presenza nel mondo della Famiglia Madre Rossello

Dopo la morte di Santa Maria Giuseppa Rossello la Famiglia Rosselliana ha continuato a diffondersi nel mondo e oggi opera in 4 continenti e 20 nazioni.

Dalla Fondazione dell'Istituto a Savona, il 10 agosto 1837, le Figlie della Misericordia hanno aperto nuove case in tutta Italia e, vivente la Madre Fondatrice, si sono spinte Oltre Oceano, in Argentina, sulla rotta degli emigranti Italiani verso il sudamerica.

Il 14 novembre 1875 quindici Suore si imbarcano a Genova per giungere un mese dopo a Buenos Aires: è l'inizio di una espansione di carità che continua ai nostri giorni.

EUROPA
Italia 1837
Germania 1991
Romania 2002
AMERICA
Argentina 1875
Uruguay 1889
U.S.A. 1919
Brasile 1926
Cile 1929
Perù 1975
Giamaica 1996
Haiti 1998
Bolivia 2003
ASIA
India 1974
AFRICA
Burundi 1977
Rep. Centrafricana 1982
Rep. Dem. del Congo 1985
Rwanda 1987
Camerun 1990
Ciad 1995

Tappe importanti nella storia dell'Istituto

Il 12 giugno 1841 l’Istituto ottiene il riconoscimento legale, da parte del Re Carlo Alberto. Insieme con il “Regolamento” della fondazione (Costituzioni per il Conservatorio delle Figlie della Misericordia) e le “Massime di Perfezione, le Costituzioni date da Monsignore Alessandro Ottaviano Riccardi nel 1846 e nel 1863, sono le prime norme di vita religiosa delle Figlie della Misericordia.

Il 1875 è l’anno della prima espansione missionaria: La Madre Rossello invia per l’America latina 15 Suore.

Il 7 dicembre 1880, alla morte della Madre Rossello, l'Istituto conta 68 case filiali, di cui 6 in America Latina: così il suo messaggio e la sua opera continuano a diffondersi grazie alle sue Figlie.

Il 14 settembre 1900 il Papa Leone XIII riconosce, con Decreto di lode, la missione che l’Istituto sviluppa nella Chiesa e con Decreto Pontificio del 12 gennaio 1904 Papa Pio X approva definitivamente l’Istituto e le Costituzioni.

Il 19 marzo 1936 Papa Pio XI proclama la eroicità delle virtù di sr Maria Giuseppa Rossello e il 6 novembre del 1938 la dichiara Beata.

Il 12 giugno del 1949 il Papa Pio XII proclama Santa Sr Maria Giuseppa Rossello.

“Sia nostra eredità misericordia”. È una frase fatta incidere dalla Santa sul marmo ai piedi di una statua della Vergine di Misericordia, collocata nell’atrio della Casa madre.